PROGETTARE NATURA IN MARTESANA (Pioltello Cernusco un parco per il ritorno all'agricoltura periurbana) - 2010

Il presente studio si è concentrato sull’analisi di fattibilità per la riqualificazione agricola e ambientale della più grande area agricola inclusa nel PLIS Parco delle Cascine di Pioltello e delle aree libere localizzate a nord, oltre la SP Padana Superiore, nel Comune di Cernusco sul Naviglio e di proprietà dello stesso. Tali aree costituiscono nel loro insieme elementi rilevanti di un unico asse longitudinale di potenziale connessione tra il PLIS Parco delle Cascine e il PLIS Parco Est delle Cave e l’ambito territoriale nel quale si collocano risulta strategico per l’intera zona dell’est milanese e della Martesana, che pur presentandosi come un contesto fortemente frammentato, è interessata da elementi prioritari e rilevanti per la creazione di una rete ecologica funzionale, quali: il Parco delle Cascine, il Parco Est delle Cave, il Parco del Molgora, il Parco Agricolo Sud, il Parco Alto Martesana.
Il censimento degli spazi aperti si è concentrato sull'analisi delle aree libere sul territorio di Pioltello in stato di degrado, a rischio di urbanizzazione o a rischio di edificazione.
Il territorio di Pioltello è un territorio ormai consolidato e le aree libere si presentano compatte e non deframmentate. La più grande area libera in stato di degrado risulta ancora essere l'area del Parco delle Cascine, la cui parte settentrionale è oggetto di studio di fattibilità. Le altre aree censite di interesse risultano essere l'area che corre sul fronte ovest della località denominata “Seggiano” sul confine con Segrate e racchiusa tra l'asse ferroviario e la SP 104 “Cassanese” e la stessa Cassanese, che a seguito del suo interramento, andrà a costituire un potenziale e importante corridoio verde di connessione di spazi potenzialmente fruibili: il parco del Castelletto, il Parco delle Cascine e l'area di cui sopra (fronte ovest di Seggiano). Tali spazi risultano fondamentali per lo sviluppo del territorio in quanto consentono alla cittadinanza di potere fruire di grandi aree proprio come se fossero parchi di città, un'estrema varietà di contesti ecologici (di pianura) caratterizzati da aree agricole, aree verdi piantumate che rievocano gli ambienti storici di fontanili e aree boscate in connessione tra loro mediante corridoi sicuri e verdi. I rilievi sul campo evidenziano la presenza delle particolarità ambientali delle aree di interesse (aree agricole, superifici boscate e di fontanili) e confermano anche le criticità di tale aree a rischio di degrado. Con riferimento al Parco delle Cascine lo sforzo finanziario che dovrà essere prestato per il ripristino delle aree dei fontanili (inteso come smaltimento rifiuti) è stimato in almeno 120.000 €, dovranno essere poi aggiunte altrettanti cifre per le piantumazioni e cifre attualmente poco quantificabili per il recupero delle cascine. Lo sforzo che l'amministrazione sta versando per cercare di riqualificare tale area è suffragato dalla cittadinanza che si identifica nel parco e nella voglia di fruire un verde territorio e arricchire Pioltello di "ambientalità".

Partner

  • Fondazione Lombardia per l'Ambiente, il cui ruolo si è concentrato sullo studio dello stato di fatto e delle potenzialià dell'area del Parco delle Cascine
  • Comune di Cernusco sul Naviglio per l'impronta di indirizzo politico tale da garntire un progetto sovralocale